Il presidente Palmia: “Obiettivo salvezza e un vivaio in crescita”.

“In prima squadra solo gente che abbia voglia di riscatto e tanti giovani provenienti dalla Juniores Elite. Si consolida al sodalizio con Plaza. Pronti per il femminile"....



US MONTECCHIO, UN COORDINATORE PER OGNI FASCIA DI ETÀ

Dopo tre anni si dividono le strade fra Giorgio Sassi e la società giallorossa, che nel frattempo ridisegna il vivaio per affrontare nuove sfide, promosso Baffa a responsabile della Scuola calcio. Ogni squadra, oltre allo staff, avrà un tecnico esperto per far crescere gli allenatori giovani....



UN GRADITO RICONOSCIMENTO DALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE


In settimana l’Amministrazione Comunale di Montecchio Emilia ha conferito alla nostra società un riconoscimento per il premio regionale della valorizzazione dei giovani conseguito recentemente dal comitato territoriale FIGC.
L’attestato è stato consegnato a Massimiliano Palmia, Presidente di US Montecchio Calcio, da parte dell’Assessore Stefano Ferri, sempre attento e vicino alle attività del mondo giallorosso.
Al Sindaco, all’Assessore e all’intera Amministrazione vanno i ringraziamenti del nostro Consiglio Direttivo per questa piacevole sorpresa.


US MONTECCHIO CALCIO PRESENTA MISTER CAPANNI

Andrea Capanni, nuovo mister del Montecchio, riparte dalle motivazioni e assieme al nuovo disse Enea Ligabue, sta iniziando a puntellare la sua squadra, confermando però solo quei giocatori che dimostrano di avere ...

MONTECCHIO, PRIMA REGGIANA (DECIMA IN REGIONE) NELLA VALORIZZAZIONE DEI GIOVANI.


Il Montecchio è la prima squadra reggiana nella classifica stilata dal Comitato regionale della Figc per la valorizzazione dei giovani nei campionati dilettantistici. Il Montecchio è decimo in classifica generale, escluse ovviamente le formazioni retrocesse, preceduta da Porretta, Misano, Bellaria, Due Emme, Casumaro, Castel San Pietro, Fossolo, Gotico e Sesto Imolese. Tale risultato rappresenta un segnale forte di coerenza di una società che, tre anni fa, all’atto del proprio insediamento, annunciò un progetto di valorizzazione dei giovani in Promozione e che oggi, con questo risultato, dimostra di aver mantenuto quanto promise.

"Per noi è motivo di grande orgoglio - dice il presidente Massimiliano Palmia - Quando siamo entrati abbiamo dichiarato di voler valorizzare i nostri ragazzi e lo abbiamo fatto. Questo premio conferisce coerenza e credibilità al nostro progetto".

“Escludendo le retrocesse che non vengono premiate, siamo decimi in regione e secondi tra le province di Piacenza, Parma, Reggio e Modena, preceduti solo dal Gotico, oltre ad essere la prima società reggiana in graduatoria e la prima assoluto del nostro girone di Promozione - aggiunge il vice presidente Giordano Colli - Siamo davvero contenti e continueremo su questa strada".

.

Il Vicepresidente Giordano Colli ospite di 91°Minuto.

Il nostro lavoro è la nostra forza, la ragione per la quale ogni mattina apriamo gli occhi e non vediamo l'ora di iniziare a fare ciò che amiamo, è ciò che ci spinge a ottenere sempre di più da ogni nuova sfida.

MONTECCHIO JUNIORES, MAI COSÌ IN ALTO: GIOCHERÀ IN ELITE

Storico risultato per il Montecchio Juniores che, dopo aver sfiorato la vittoria del Campionato regionale Figc, si qualifica comunque nel novero delle migliori squadre della regione, conquistando il diritto di disputare l’anno prossimo la categoria Elite.
L’artefice di tutto questo, alla guida di un gruppo fantastico, è senz’altro Luca Padula, ormai l’uomo dei miracoli in casa Montecchio visto che, dopo essere stato prima il vice prima a Siligardi, poi di Paganelli in prima squadra, ha sostituito quest’ultimo portando a casa 7 punti nelle ultime tre gare, tali da garantire la permanenza del Montecchio in Promozione. Parallelamente, essendo in primis l’allenatore della Juniores, ha portato i suoi ragazzi allo strepitoso risultato di raggiungere l’Elite.
“Sono al settimo cielo - spiega il tecnico Luca Padula - perché ad inizio stagione non si pensava certamente che la stagione evolvesse in questo modo. Quando ci siamo ritrovati il 16 agosto nessuno pensava che avremmo disputato un campionato del genere, raggiungendo un obiettivo così ambizioso, il miglior traguardo raggiunto negli ultimi anni dagli Juniores del Montecchio. I ragazzi hanno portato a termine un percorso incredibile di crescita costante e si sono avvero meritati tale successo. Mi dispiace solo che per un misero punto siamo arrivati settimi alle qualificazioni per la fase finale valida per l’assegnazione del titolo, visto che a passare al turno successivo sono state le prime sei. Per quanto riguarda la Promozione, invece, il 9 agosto scorso, quando siamo partiti, gli obiettivi erano forse diversi, ma abbiamo avuto tanti problemi e i 7 punti realizzati nelle ultime tre gare ci hanno permesso di rimanere in categoria, evitando i play out”.
Qual è stato il grande merito della Juniores?
“Il forte legame che si è creato tra i ragazzi e che ha formato un gruppo che ho visto crescere nel tempo, un gruppo che ha saputo creare anche una forte complicità con noi dello staff e con gli stessi dirigenti. Abbiamo vinto tante partite anche e soprattutto grazie a questa voglia di stare assieme e di aiutarci, visto che i sabati negativi sono capitati a tutti, ma noi, come gruppo, abbiamo sempre avuto la forza di gettare la gamba al di là dell’ostacolo”.
Tra l’altro, grazie a questa crescita, siete riusciti a valorizzare anche tanti ragazzi in Promozione...
“E’ assolutamente così. Oggi il Montecchio può dire, senza il timore di essere smentito, di avere tanti giovani davvero forti, molti dei quali si sono ritagliati spazi importanti in Promozione, tant’è che è nostra precisa intenzione puntare su di loro per il futuro della prima squadra. Di questo bisogna ringraziare la società che ha sempre avuto questa vision, investendo sul ragazzi di casa propria”.
I traguardi non sono però finiti, visto che siete ancora in lizza per il Cavazzoli…
“Sì, stiamo facendo bene, quindi non ci resta che continuare così”.
Hai già pensato all’anno prossimo. Continuerai ad allenare entrambe le categorie?
“Non lo so. Per ora ci godiamo questo momento, concludiamo il Cavazzoli, che vorrei continuassimo a vivere da protagonisti, poi ci metteremo seduti a fare due chiacchiere a parlare del nostro futuro”.


US MONTECCHIO CALCIO RICORDA ILARIO GABBI

Tutto il mondo giallorosso, società, dirigenti, staff, giocatori, del presente e del passato, piange la recente scomparsa di Ilario Gabbi, storico dirigente e tra i fondatori di US Montecchio Calcio.
A lui vanno il nostro più caro pensiero e i ringraziamenti di un’intera comunità per il tanto che ha fatto per la crescita del movimento calcistico montecchiese a partire dagli albori.
Porgiamo inoltre sincere condoglianze alla sua famiglia e ai suoi cari.
Grazie ancora, Ilario, riposa in pace.

MONTECCHIO, UN CAMP GRIFFATO ATALANTA CON UNA GIORNATA IN LINGUA INGLESE.

Da oggi è possibile iscriversi al campo estivo, organizzato dalla società della Val d’Enza per giugno e luglio. Ci sarà anche una settimana coi bergamaschi attraverso il sito www.atalantacamp.it......

MONTECCHIO, TUTTO PRONTO PER IL CAMP ESTIVO.

La pandemia ha fatto lievitare il numero degli iscritti, mentre prosegue l’attività con la società bergamasca. Ne parliamo col tecnico Alessandro Ferrari....

TUTTO PRONTO PER IL CAMP CON L'ENGLISH DAY.

In giugno e luglio l’attività proseguirà. Il nuovo tecnico Sofien Kessabi introduce una splendida iniziativa....

"EDUCARE COL DIVERTIMENTO ATTRAVERSO LO SPORT"

Il coordinatore del settore giovanile sottolinea l’importanza del camp di giugno e luglio....

Il Montecchio Calcio si unisce al cordoglio per la scomparsa di Aldo Pattacini.



Il Montecchio calcio, nella persona del presidente Massimiliano Palmia, del vice presidente Giordano Colli e di tutto lo staff dirigenziale tecnico della società giallorossa, si stringe alla famiglia Pattacini in questo momento di dolore. "Aldo è sempre stato un pilastro importante nella storia dell’Us Montecchio - dice il presidente Palmia - una persona che si è dedicata al lavoro, alla famiglia e allo sport, un uomo che ha dato un contributo importante al tessuto sociale e al mondo sportivo attraverso la sua azienda Csf. Ci mancherà moltissimo”.



Intervento di Antonino Barillà alla trasmissione "Settore Giovanile" di Wainer Magnani.


La società U.S. Montecchio Calcio si unisce al dolore per la scomparsa dì Daniele ed esprime il proprio cordoglio alla famiglia ed alla società USD Virtus Mandrio.

Daniele è stato nostro allenatore del settore giovanile e lo  ringrazieremo sempre per la dedizione rivolta ai nostri giovani atleti. Siamo certi che ogni ragazzo che ha allenato porterà sempre con se i suoi insegnamenti.

Ciao Daniele 


U.S. Montecchio Calcio

*BUON COMPLEANNO, FIDÈGH*


In occasione del traguardo del 90esimo compleanno , U.S. Montecchio Calcio porge con affetto e gratitudine i più sinceri auguri a Lino Giglioli, da tutti conosciuto come Fidègh, co-fondatore prima, e poi allenatore, direttore sportivo e presidente della nostra compagine giallorossa, che a lui tanto deve per la passione con cui nel tempo ha trasmesso a noi tutti l’amore per questi colori. Un brindisi e un grazie di cuore.

ALLIEVI PROVINCIALI, BEL GESTO DI FAIR-PLAY IN ALBINEA - MONTECCHIO: BRAVO EINAR!


RICHIAMO A RISPETTO E SPORTIVITÁ DA PARTE DI GENITORI E FAMILIARI ACCOMPAGNATORI

U.S. Montecchio Calcio A.S.D. biasima e condanna con fermezza gli episodi di comportamenti incivili e inqualificabili, che sono accaduti sugli spalti lo scorso fine settimana al difuori dei terreni di gioco durante lo svolgimento di alcune partite del Settore Giovanile, e che hanno visto coinvolti genitori e accompagnatori dei giocatori di età minore.

A tale riguardo, la nostra Società, che non è disposta a tollerare questi atteggiamenti, si è già mossa nelle sedi opportune, prendendo le adeguate contromisure a tutela dei principi di rispetto, educazione e sportività, che prevalgono su qualsiasi risultato in campo.

Si coglie poi l’occasione per riprendere alcune indicazioni della Federazione Italiana Giuoco Calcio (F.I.G.C.) per le norme di comportamento destinate ai genitori, ai tutori, ai familiari e in generale agli accompagnatori, in base alle quali tutti questi soggetti sono chiamati e devono impegnarsi a:

-            condividere e promuovere i valori e gli obiettivi dell’attività del Settore Giovanile e Scolastico;

-            partecipare con entusiasmo alle attività proposte, supportando i giovani calciatori e le giovani calciatrici;

-            tenere un comportamento collaborativo e rispettoso nei confronti di tutti i soggetti coinvolti, siano essi giocatori, giocatrici, tecnici o altri membri degli staff, genitori, arbitri, direttori di gara, ecc.;

-            promuovere il fair play e favorirlo in tutte le circostanze;

-            rispettare le decisioni prese dagli arbitri, dagli ufficiali di gara, dagli allenatori e da tutti gli altri collaboratori o membri degli staff nell’interesse dei calciatori e delle calciatrici;

-            non usare e non tollerare comportamenti o linguaggi offensivi, da o verso qualsiasi giocatore, giocatrice, direttore di gara o qualsiasi altro soggetto coinvolto;

-            lodare e applaudire l’impegno e la partecipazione piuttosto che concentrarsi su prestazioni e risultati;

-            non tollerare e non incoraggiare alcuna forma di bullismo;

-            non umiliare o sminuire i giovani calciatori e le giovani calciatrici o i loro sforzi in una partita o in una sessione di allenamento, e non incolpare uno di loro per non aver ottenuto i risultati auspicati.

Questi codici di condotta si intendono sottoscritti e fatti propri da tutti coloro che accompagnano bambini e ragazzi a partite e allenamenti.

La mancata osservanza di queste regole comportamentali da parte di genitori, tutori, familiari e in generale accompagnatori comporterà in maniera insindacabile da parte di US Montecchio Calcio possibili sanzioni, che possono andare dalla diffida fino anche all’espulsione dell’atleta tesserato dalla Società con restituzione della rata versata, eventualità a cui ci auguriamo non si debba arrivare, per non essere costretti a penalizzare un bambino o un ragazzo per la cattiva condotta di un adulto.

Confidiamo sul senso di responsabilità di tutti quanti per assicurare un ambiente sereno e accogliente agli atleti, sia quelli del nostro Settore Giovanile, sia quelli avversari, e a tutti gli addetti ai lavori, dagli staff ai direttori di gara.

Ricordiamo sempre che il calcio è un gioco, e che noi grandi siamo qui solo per dare modo ai piccoli di giocare e divertirsi insieme.

Dopo così tanto tempo di inattività e lontananza a causa della pandemia, non roviniamo la festa ai nostri bambini e ai nostri ragazzi, alle nostre bambine e alle nostre ragazze, proprio ora che si sta ripartendo.

Lasciamoli divertire in gioia e serenità.

 

Consiglio Direttivo U.S. Montecchio Calcio A.S.D.

Montecchio Emilia, 15 Ottobre 2021

ATALANTA IN VISITA AI CAMPI DI MONTECCHIO.


NUOVA USCITA giornalino "FORZA MONTECCHIO".

Anche il Montecchio sposa il calcio femminile.

Diverse richieste da parte di famiglie del paese hanno portato la dirigenza dell’Us Montecchio ad aprire le porte al calcio femminile. Durante le vacanze di fine anno il Consiglio direttivo ha infatti varato il progetto di allargare i propri orizzonti introducendo, dal prossimo settembre, una formazione di ragazzine desiderose di cimentarsi in uno dei pochi sport che, attualmente, possono essere praticati all’aperto, ovviamente nel rispetto delle limitazioni imposte dalle normative a livello nazionale.

L’idea era già nell’aria l’estate scorsa, tant’è che la dirigenza, di comune accordo con Giorgio Sassi, responsabile tecnico del settore giovanile e Antonino Barillà, direttore della Scuola calcio, con l’aiuto di Samuele Ferrari al coordinamento, ha dato il via libera all’inserimento delle prime cinque bambine nel gruppo dei pari età di sesso maschile.

Allo scopo di mettere a loro agio le giovani atlete e per dimostrare che anche le ragazze possono arrivare a giocare a calcio a livelli importanti, il Montecchio calcio ha invitato come “testimonial” la giovane Benedetta Brignoli, attuale atleta di Serie A che milita nelle file del Sassuolo, nonché nipote del direttore organizzativo del vivaio Giovanni Lusetti. Benedetta, tra l’altro, è di Villa Aiola, una frazione del comune di Montecchio, da sempre legata alle proprie tradizioni, tant’è che è stato un piacere per lei scendere in campo per dimostrare alle nuove leve che, pur partendo da una frazione di un paese di provincia, si può arrivare in Serie A.

“L’idea è quella di offrire una nuova proposta alle famiglie, un’iniziativa concreta che prenderà il via dal prossimo settembre - spiega Giordano Colli, vicepresidente del Montecchio Calcio - Da oggi, qualunque ragazzina della Val d’Enza che desiderasse giocare a calcio potrà tranquillamente prendere contatto con noi, per poi aggregarsi alle squadre di ragazzini della medesima età, dove hanno già iniziato le cinque bambine che abbiamo. Quando la pandemia ce lo consentirà sarà nostra intenzione organizzare un “Open day”, in primavera, aperto a tutti, ragazzini e ragazzine, coinvolgendo sempre più famiglie del nostro paese, allo scopo di offrire loro una nuova possibilità di fare attività sportiva. Tra l’altro, dalla prossima estate, all’interno della Centro sportivo Silvio D’Arzo, nel rispetto del progetto presentato in Comune alcune settimane fa, avremo a disposizione un nuovo campo in sintetico e una nuova palestra in tecnostruttura che ospiterà chiunque desideri avvicinarsi al mondo del calcio e dello sport in generale”.

Montecchio, 500 mila euro per la "Cittadella dello Sport"

US Montecchio Calcio e Amministrazione Comunale stanno per dare vita a due progetti ambiziosi


Al "Silvio D’Arzo", entro maggio, sarà pronto un campo da calcio sintetico di ultima generazione ed entro l’estate una tensostruttura per gli sport indoor. L’assessore comunale Stefano Ferri: “Stiamo creando una struttura d’eccellenza, un punto di riferimento per tutta la Val d’Enza e non solo”. Il presidente Palmia: “Il Montecchio cresce anche in virtù del nostro rapporto di collaborazione con l’Atalanta. Malgrado il Covid i numeri sono cresciuti: oggi abbiamo circa 450-500 tesserati" 

MAIN SPONSOR

                                        PRIVACY

Centro Sportivo "S. D'Arzo"
Strada per Sant'Ilario, 
Montecchio Emilia - 42027

I contenuti di Google Maps non possono essere mostrati in virtù delle tue attuali impostazioni sui cookie. Clicca su "Accetto e mostro il contenuto" per visualizzare i contenuti e accettare le impostazioni sui cookie di Google Maps. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra Dichiarazione privacy. Clicca qui per ritirare il tuo consenso alle impostazioni sui cookie in qualsiasi momento.

Accetto e mostro il contenuto

Centro Sportivo "L. Notari"

Via L. D'Este,1
Montecchio Emilia - 42027

I contenuti di Google Maps non possono essere mostrati in virtù delle tue attuali impostazioni sui cookie. Clicca su "Accetto e mostro il contenuto" per visualizzare i contenuti e accettare le impostazioni sui cookie di Google Maps. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra Dichiarazione privacy. Clicca qui per ritirare il tuo consenso alle impostazioni sui cookie in qualsiasi momento.

Accetto e mostro il contenuto

Telefono

327 090 9513

Email

segreteriausmontecchio@gmail.com

Orari di apertura

Lunedì e Giovedì dalle ore 18:00 alle 19:30

Italia

Ho letto e accetto i termini dell'informativa sulla Privacy.